Notizie/consigli sulla coppetta mestruale GeaCup e altri prodotti

Notizie e consigli sulla coppetta mestruale GeaCup e i suoi prodotti

Benvenuta nella sezione consigli di GeaCup.com In questi articoli troverai idee e approfondimenti che ti accompagneranno in un viaggio verso una femminilità più sana, felice e consapevole. Buona Lettura.

Cosa fare in caso di mestruazioni abbondanti ?

Il ciclo mestruale è diverso da donna a donna e varia nella stessa in base all’età, allo stress, all’alimentazione o ad altri fattori.


Non c’è una durata giusta per il ciclo mestruale, questo può variare anche di molti giorni, la cosa primaria da controllare è che sia regolare. Se ci ritroviamo ad avere le mestruazioni a volte dopo 22 giorni ed altre dopo 30, allora è proprio il caso di andare a parlare con uno specialista.


Per quanto riguarda la quantità di perdite ematiche durante il periodo del flusso mestruale, anche per questo non c’è una quantità precisa, solitamente la quantità di perdite varia dai 20 ed i 70 ml. Si parla di ipermenorrea o menorragia se il flusso è troppo abbondante e di ipomenorrea se le mestruazioni sono eccessivamente scarse.


E’ molto complicato calcolare ad occhio quanto sangue si perde e quindi definire se le nostre sono mestruazioni abbondanti o meno, perché la visione che ci offre l’assorbente è sempre molto più drammatica di quello che effettivamente è. Gli assorbenti sono creati per espandere il sangue in tutta la sua dimensione in maniera tale da evitare perdite, questo però, a livello visivo, crea l’impressione di splatter e di perdite super abbondanti.


  • Tra le cause che portano a mestruazioni abbondanti ci può essere l’anemia. L’anemia, o carenza di ferro nel sangue può essere non solo una conseguenza delle mestruazioni abbondanti ma ne è a volte anche la causa. Una scarsa concentrazione di ferro nel sangue rende la coagulazione più difficile e quindi può far protrarre il tuo ciclo per più giorni ( se ritieni di avere mestruazioni abbondanti fai degli esami del sangue per vedere il tuo livello di concentrazione di ferro ed eventualmente pensare ad un’integrazione)

  • A volte è un problema causato dall’utero che non è in grado di bloccare la perdita di sangue: in pratica, non riesce a fermare la perdita di sangue quando avviene il distacco dello strato funzionale dalla mucosa

  • Anche i mezzi di contraccezione che vengono inseriti all’interno dell’utero possono creare disequilibrio e portare ad avere mestruazioni abbondanti, questo accade sia per un fattore meccanico, sia per il rilascio di ormoni. In entrambi questi casi ti consigliamo di rivolgerti al tuo ginecologo di fiducia per trovare un’adeguata soluzione. 


Tieni sempre presente che una parte di perdite che vedi non sono effettivamente sangue ma sono composte anche da lubrificazione, muco e quant’altro. Qualunque sia, a tuo avviso, la causa di un ciclo così abbondante, non ti affidare alle cure fai da te o ai consigli di amiche, cerca sempre uno specialista che possa supportarti nella scelta migliore per risolvere il problema.


Fai attenzione alla tua alimentazione, lo squilibrio alimentare è una delle cause più frequenti di alterazioni del ciclo mestruale. Un corretto bilancio di vitamine, minerali e altri nutrienti preziosi aiuta ad affrontare al meglio le sue diverse fasi. Se il flusso è abbondante frutti e ortaggi, come gli agrumi, kiwi, pompelmi e peperoni, migliorano la coagulazione. Sono sconsigliati, invece, i cibi che fluidificano il sangue, come l'ananas, i funghi, il prezzemolo, le cipolle, il melone e il pesce.


L’utilizzo della Coppetta Mestruale Gea ti facilità in questa operazione, sull’interno della coppetta è segnata una scala graduata che ti permette, facilmente, di sommare di volta in volta, la quantità di sangue perso, così da avere esattamente la visione d’insieme del tuo ciclo e prendere eventuali precauzioni se necessario. 


Ecco uno schema orientativo per capire se si ha un ciclo abbondante o meno.


  • Durante un ciclo mestruale medio si perdono dai 30 ai 60ml di sangue.

  • Un ciclo si definisce abbondante a partire dagli 80ml di sangue.

  • Un ciclo di definisce estremamente abbondante quando si perdono fino a 200ml di sangue.


Ricorda di segnare la quantità di sangue che trovi in Gea Cup ad ogni svuotamento, fai la somma a fine ciclo e valuta se le tue possono effettivamente essere considerate mestruazioni abbondanti. In questo caso rivolgiti ad un medico per farti consigliare sul da farsi, per evitare anemia, stanchezza eccessiva, affaticamento ed altri fastidiosi sintomi. 


L’utilizzo della Coppetta Mestruale Gea Cup renderà il tuo ciclo più semplice e ti potrebbe aiutare anche a diminuire la quantità di flusso, questo perché essendo creata in TPE, un materiale completamente anallergico e compatibile con le mucose vaginali, non crea irritazioni o infiammazioni che possono, a volte, prolungare i giorni delle mestruazioni e quindi aumentare le perdite ematiche.


La taglia 2 di Gea Cup è pensata per poter contenere anche i flussi più abbondanti, un grandissimo mio sollievo personale è stato poter godermi notti tranquille senza aver pensiero di poter macchiare le lenzuola. La sua forma anatomica è perfetta per evitare l’effetto straripamento causato dai coaguli di sangue, questo perché il bordo asimmetrico le permettere di accogliere la cervice e quindi di far scivolare piano al suo interno, eventuali coaguli che si possano formare all’interno dell’utero e che tendono ad uscire con prepotenza.


Mestruazioni abbondanti? Anche per questo Gea Cup ti sarà di aiuto.


Un fatto è certo, GeaCup ti cambia la vita e ti fa sentire finalmente libera!


Acquista la tua
coppetta mestruale Gea Cup

Posso usare la coppetta mestruale se ho l’utero retroverso?

L’utero retroverso o inclinato non crea problemi nell’utilizzo della coppetta mestruale Gea Cup.

Chiariamo che la coppetta mestruale Gea Cup si posiziona all’interno della vagina e che non entra in contatto direttamente con l’utero quindi non è un problema se l’utero è retroverso o inclinato. La coppetta mestruale entra in contatto o comunque si avvicina molto alla cervice che è la parte inferiore dell’utero, quella parte che collega l’utero alla Vagina e dal quale scende il flusso mestruale.


Ti ricordo che la coppetta mestruale Gea Cup ha una forma e inclinazione unica rispetto a tutte le altre coppette in commercio. La coppetta mestruale Gea, infatti, ha un davanti e un dietro e il suo bordo è inclinato proprio per poter accogliere comodamente la cervice e per rispettare la Vagina (vedi tutte le caratteristiche della coppetta Gea) anche per quelle donne cha hanno l’utero retroverso. Le coppette classiche con il bordo dritto possono rimanere piegate tra il collo dell’utero e la parete vaginale, con la coppetta mestruale Gea Cup questo non accade.


Come ogni donna, che tu abbia l’utero retroverso o meno, dovrai innanzitutto prendere confidenza con questo nuovo strumento ed imparare a conoscerlo, esattamente come hai fatto le prime volte che hai usato un assorbente classico.


Sono davvero molte le nostre clienti con l’utero retroverso che utilizzano la coppetta mestruale Gea Cup e ne sono entusiaste.


Qui potrai vedere un video dove ti spieghiamo come usare la coppetta mestruale in modo semplice ed efficace.


Un fatto è certo, GeaCup ti cambia la vita e ti fa sentire finalmente libera!


Acquista la tua
coppetta mestruale Gea Cup

5 punti fondamentali per il corretto utilizzo alla coppetta mestruale Gea

Ci sono alcuni aspetti focali per far aprire correttamente la coppetta Gea e per rendere il suo uso ancora più libero, sicuro e igienico, di seguito ti elenco i principali.

  1. Relax! Non è un caso se l’ho messo come primo punto, soprattutto se sei al primo approccio con questa meraviglia. Devi sapere che le pareti e l’apertura della Vagina sono ricche di muscoli che se ti agiti o se sei tesa si contraggono, per questo è fondamentale che nell’approcciarti e nell’indossare la coppetta tu sia tranquilla. Se hai paura o ti agita iniziare ad utilizzare la coppetta la tua muscolatura si tenderà e questo potrebbe renderti più difficile farla aprire e creare il vuoto. Sempre se sei al primo approccio ti consiglio di indossarla senza avere le mestruazioni e aiutandoti con un lubrificante (puoi utilizzare Repair) per familiarizzare con lei e prendere confidenza.

  2. È aperta? Per la corretta tenuta, quindi evitare perdite, è indispensabile che la coppetta sia ben aperta all’interno della Vagina e che abbia aderito alle pareti vaginali. Ci sono due modi in particolare per capire se è aperta, il primo è una volta inserita e posizionata la coppetta (QUI  un video per capire il modo più agevole per piegarla e posizionarla) all’interno della Vagina passa il dito sul fondo della coppetta e senti se presenta avvallamenti o pieghe. Se la coppetta è liscia e non presenta irregolarità significa che è aperta, se invece senti avvallamenti o pieghe ti basterà toglierla e rimetterla, oppure puoi farle fare un giro di 360°. Il secondo modo è tirare leggermente la coppetta verso l’esterno, se fa resistenza significa che si è creato il vuoto. Ti ricordo che per toglierla devi schiacciare leggermente il fondo per eliminare il vuoto per levarla con grande facilità.

  3. Ovunque – Basta una bottiglietta d’acqua! Molte donne pensano che la coppetta non possa essere indossata sempre, NON È COSì. Io personalmente l’ho svuotata ovunque: nei bagni della stazione, dell’autogrill, dei bar, in aereo…OVUNQUE. Ti serve solo avere con te una bottiglietta d’acqua per risciacquarla facilmente e Brezza per rinfrescarti sia le mani che la vulva. Poi se hai con te SWAN hai fatto bingo (vedilo QUI.)

  4. La vagina è pulita, le mani…quelle sì sono sporche! Per questo è bene che ti lavi bene le mani prima di ogni svuotamento. Se ti trovi nei bagni di un locale abbi cura di aprire la porta del bagno con il gomito o usa un fazzoletto di carta.

  5. La codina…solo perché abbiamo paura di perdere le cose! La codina alla base della coppetta non serve a nulla se non per farti sentire tranquilla soprattutto nei primi utilizzi. Ogni donna è diversa e a seconda di come sei fatta la coppetta potrebbe stare alta o molto bassa, nel caso ti stia molto bassa ti consiglio di tagliare la codina, in questo modo non ti darà fastidio alle labbra e non correrai il rischio che la coppetta si sposti.

Come ogni cosa la coppetta Gea richiede un pochino di pratica, ci sono donne a cui basta un giorno per prendere confidenza e donne a cui occorrono uno o due cicli mestruali.

Un fatto è certo, GeaCup ti cambia la vita e ti fa sentire finalmente libera!

Se vuoi porci delle domande contattaci (QUI trovi il modulo), saremo felici di risolvere qualsiasi dubbio.

Acquista ora

Odiose Mestruazioni!

Le mestruazioni sono vissute negativamente dalla maggior parte delle donne...ma perché?
Chi è il responsabile? Sei sicura che sia tutta colpa delle mestruazioni?

Conosci QUI il modo di GeaCup coppetta mestruale, l'unica coppetta studiata sull'anatomia femminile.

Se vuoi capire cos'è la coppetta mestruale clicca QUI

Ceretta e Ciclo Mestruale

Nella tradizione culturale sopravvivono da sempre moltissime credenze legate al ciclo mestruale, una di queste riguarda la depilazione.



Si racconta che durante il ciclo è fortemente sconsigliato depilarsi, questo perché i peli ricrescerebbero di più e sarebbe quindi tutto inutile.



Ma come molte altre credenze, anche questa, non è vera, anzi. I giorni del ciclo mestruale sarebbero proprio quelli più adatti per la depilazione perché l’attività ormonale del nostro corpo viene modificata e rallentata, mettendo così i bulbi piliferi a riposo che faranno quindi ricrescere i peli più lentamente, più radi, fini e deboli.



C’è un'unica controindicazione alla ceretta in questi giorni, durante il ciclo mestruale la soglia del dolore è un po' più bassa del solito, quindi i dolori dello strappo saranno accentuati. Per sentire meno dolore durante la ceretta, dovremmo scegliere i giorni compresi nella seconda settimana del ciclo (ti ricordo che il ciclo mestruale varia da donna a donna, dura circa 28 giorni e si inizia a contare dal primo giorno di flusso mestruale) durante questa settimana il nostro corpo rilascia un mix di endorfine ed estrogeni che ci farà percepire meno il fastidio dello strappo.



Se dopo lo strappo del pelo ti rimangono le gambe arrossate e piene di antiestetici puntini rossi, non ti preoccupare, c’è un rimedio anche per questo. Abbiamo fatto testare Repair a moltissime donne dopo la depilazione e anche a molti uomini dopo la rasatura e i risultati sono stati sorprendenti.



Repair è un unguento Biologico, completamente naturale a base di Olio d’Iperico, Olio di Sesamo e Olio di Riso, tutti ingredienti estremamente preziosi ed efficaci per rigenerare e proteggere la tua pelle.



Gli ingredienti di Repair hanno potere antibatterico, calmante, lenitivo e ristrutturante, ottimi per ridare benessere alla pelle stressata dalla rasatura o dalla ceretta.



Non ti resta quindi che provarlo e raccontarci poi come è andata.



Buon Ciclo e Buona Ceretta.



Puoi vedere tutti i dettagli su REPAIR (utilizzi e ingredienti) QUI

Acquista ora

Posso usare la Coppetta Mestruale se sono Vergine?

Molte ragazze e con loro molte mamme, ci hanno posto questa domanda e la risposta più semplice è: Sì, se lo vuoi!



La taglia più piccola di GeaCup è adatta anche alle ragazzine molto giovani o alle donne che comunque non hanno mai avuto rapporti intimi e conservano quindi integra la loro verginità.



Ma prima di dilungarci in questo tema è bene approfondire il concetto di verginità.



Ognuno ovviamente la vive come desidera e ne dà la valenza che ritiene più opportuna. Nel pensiero comune la verginità è associata all’integrità dell’imene (piccola membrana sovrasta o ricopre parzialmente l'esterno dell'apertura della vagina) si pensa che l’imene sia per tutte le donne uguale, ma questo non è assolutamente vero. Come per ogni cosa che riguarda il nostro corpo, anche l’imene è diversa da donna a donna, può essere più fine o più spessa, può essere tutta bucherellata oppure avere un solo foro centrale, può persino non esserci. Fatto sta che questa fantomatica imene, nella quale riponiamo la nostra visione di verginità, molto spesso si lacera autonomamente ancor prima di aver rapporti intimi. Quindi sarebbe importante distinguere il concetto di verginità da un concetto di imene integra.



Detto questo se una ragazza desidera in tutte le maniere mantenere il più integra possibile la sua imene, le sconsigliamo l’utilizzo della coppetta mestruale, se invece capisce che l’imene è semplicemente una parte del corpo e non è lei a rispecchiare la sua purezza, la può utilizzare tranquillamente.



C’è da tener conto che una volta piegata la coppetta mestruale GeaCup, il suo diametro si ricuce di tre quarti, facilitandone così l’utilizzo anche per chi non ha mai avuto rapporti penetrativi.In più ti ricordo che GeaCup è l’unica coppetta studiata sull’anatomia femminile rendendola pratica da usare anche se sei vergine (vedi QUI). Tuttavia il primo utilizzo di GeaCup potrebbe risultare un po’ difficoltoso proprio perché indossandola si lacera l’imene, qualora sia presente. Questo può provocare un leggero dolore e certamente fastidio, ma in breve tempo tutto svanisce e il suo utilizzo diventa pratico come per qualsiasi altra donna.



Quindi alla domanda: Posso usare la Coppetta Mestruale se sono Vergine? La nostra risposta è: Sì!



Puoi utilizzarla, anzi, soprattutto se sei una ragazza molto dinamica, che pratica sport, che viaggia molto o che segue parecchi corsi fuori casa, la coppetta ti renderà la vita più semplice. E migliorerà il tuo rapporto con il tuo ciclo e con il tuo corpo.



Acquista la tua
coppetta mestruale Gea Cup

Promozione woow

I prodotti più amati dalle Donne con un incredibile sconto del 10%

Solo per pochissimi giorni potrai approfittare di questa offerta WOOW, dal 20 al 30 Settembre hai la possibilità di acquistare tutti i prodotti del sito Geacup.com con il 10% di sconto, inserendo il codice sconto woow nell’apposito spazio durante la compilazione del tuo ordine.

promozione coppetta mestruale geacup

Puoi finalmente avere a disposizione una gamma di prodotti scelti, studiati e garantiti da GeaCup, dal Made in Italy e dalla certificazione Bio. Prodotti che ti faranno vivere in libertà i giorni del Ciclo Mestruale ma non solo. Ognuno di essi è pensato per portare felicità e armonia alla tua Femminilità. Renderti semplice, igienica e gradevole ogni situazione e farti star Bene!

Non lasciarti sfuggire questa incredibile offerta e ricorda che superati i 70€ di ordine, la spedizione TE LA REGALIAMO NOI

La Vita è decisamente meglio con GeaCup

Acquista ora

La Codina della Coppetta mi irrita!

L’ho sentita più di una volta questa affermazione, quindi vediamo di capire innanzitutto a cosa serve la famigerata ”codina”.

Le Coppette Mestruali hanno tutte una codina, piccola o grande che sia, questa però non ha la funzione del cordino dei tamponi interni, quindi non si deve usare per tirare la Coppetta nel tentativo di toglierla.


Come ben saprai una volta indossata la Coppetta crea un vuoto all’interno della Vagina per evitare le perdite di sangue, se tiri la codina per estrarla, rischierai di farti male, oltre che di rompere la codina stessa.


Ma allora perché c’è? Semplicemente perché noi donne abbiamo l’ansia di perdere le cose, quindi la codina ti servirà semplicemente per assicurarti che la tua Coppetta sia ancora in posizione.


Quando indossi la Coppetta Mestruale questa sale nel canale Vaginale, a qualcuna di più, a qualcuna di meno, a seconda delle fattezze di ognuna.



Se quando indossi la Coppetta ti accorgi che la codina fuoriesce dalla Vagina, il mio consiglio è di tagliarla, per evitare che questa sfreghi sulle piccole labbra, creandoti irritazioni.

codina coppetta tagliata con forbici



Per facilitarti in questo compito, la codina di GeaCup è stata studiata con delle rotondità accentuate e un materiale resistente in maniera tale che, una volta tagliata per accorciarla, tu possa limarla con una limetta da unghie e renderla quindi nuovamente arrotondata e confortevole.

codina coppetta Coppetta mestruale GeaCup limata




Tutte le peculiarità di GeaCup sono state studiate per potersi adattare perfettamente sul tuo corpo e per permetterti di modificarla perché il suo utilizzo sia sempre estremamente facile e “piacevole” (vedi QUI tutte i suoi dettagli)


Sarà GeaCup ad adattarsi a te, non il contrario.


Quindi se il codino della Coppetta ti irrita, non sopportare!

Semplicemente accorcialo, se poi utilizzi una GeaCup, arrotondalo e dagli la forma e la misura che più si adatta alla tua Vagina, unica e bellissima come TE!


Acquista ora

Repair Unguento - Lenisce e ripara la pelle e le mucose

Repair, unguento che lenisce e ripara la pelle e le mucose più sensibili. Te lo racconta Laura in questo video.

Pensato per il benessere intimo femminile, zona potente ma al tempo stesso delicata che richiede amore e cura come ogni parte del nostro corpo.

Dona benessere e freschezza alla Vagina e alla Vulva combattendo condizioni di bruciore, irritazione, prurito e secchezza che possono essere dovute a molti fattori come: ormoni sballati, menopausa, mestruazioni, tensioni lavorative o familiari.

Quando la tua Vagina sta bene, stai bene tu!

Coppetta? Nooo Ho il flusso abbondante

Quando parlo di GeaCup alle mie clienti spesso mi dicono “nooo…il mio flusso è troppo abbondante! Non reggerà mai!”. Ecco, subito dopo mi trovo a chiacchierare sulla quantità di flusso e la reale percezione delle quantità. Ti assicuro che nessuna sa esattamente o anche solo vagamente quante perdite ha nell’arco di una mestruazione.



Questa impressione di abbondanza, tanto diffusa è data dall’esteso utilizzo degli assorbenti che non danno alcuna percezione reale. In più, i classici assorbenti, richiedono tempo per assorbire i fluidi, a differenza della coppetta che raccoglie istantaneamente anche i coaguli eliminando la sensazione di caduta che si ha in questi casi e evitando imbarazzi o macchie.



Innanzitutto un flusso normale corrisponde a una perdita media di 80ml durante l’intero periodo della mestruazione. Sotto a 40ml il flusso è considerato scarso. Mentre oltre i 100/150ml di perdite è il caso di fare degli accertamenti, questa quantità è considerata eccessiva, potrebbe indicare problemi a carico dell’utero oppure un problema alimentare.



Ma com’è possibile capire quanti ml si perdono durante la mestruazione?



All’interno di GeaCup è presente una scala graduata (nella taglia 1 fino a 15ml, nella taglia 2 fino a 20ml anche se in realtà regge 5ml in più ogni taglia) che ti permetterà di tenere un diario.

Ti basterà avere con te un quadernino dove segnare i ml persi tra uno svuotamento e l’altro. Se vuoi essere precisissima puoi segnarti le date e gli orari di svotamento.

Al termine della mestruazione potrai capire esattamente la quantità di flusso perso durante la mestruazione e in quali giornate aumenta e si riduce.



Potrai notare anche come il colore e la consistenza delle perdite cambia durate la mestruazione. Rosso intenso, rosso più scuro, marrone o nero, il colore è normale che vari. Questo dipende dalla quantità e dalla velocità con cui il sangue scende dall’utero. Anche la presenza di grumi o di pezzettini o la completa fluidità è considerato normale. Il flusso gocciola dall’utero, non è un rubinetto aperto. In presenza di coaguli il flusso potrebbe scendere velocemente una volta passato il coagulo che blocca il flusso.



È possibile ampliare il diario segnandoti stati d’animo, sensazioni, energie alte o basse durante tutto l’arco del ciclo mestruale, segnando anche il tipo di alimentazione tenuta e l’impulso di mangiare alcuni alimenti piuttosto che altri. Rivelatore è anche segnare quando la voglia di fare l’amore aumenta o diminuisce.



Noterai come in alcuni momenti del ciclo hai qualità ed energie potenti e creative o, al contrario, necessità di stare sola e più a riposo possibile, oppure quando avrai moltissima voglia di dolcezza o di salato.



Se decidi di tenere il tuo diario con le informazioni che desideri ti consiglio di farlo per almeno 3 cicli mestruali per poter fare una media. Sarà comunque un'attività fatta per te, per la tua consapevolezza, per conoscerti e riconoscerti…quindi decidi tu serenamente per quanto tempo vuoi tenerlo.



Scoprirai come è magica la nostra ciclicità femminile e comincerai ad amarlo.



La tua GeaCup ti supporterà proprio in questo.



Acquista ora

Il Ciclo Mestruale, spiegato a mia figlia

Vedi amore, il corpo delle donne è meraviglioso e pieno di splendidi e affascinanti segreti, uno di questi è proprio il ciclo mestruale.



Ci dicono spesso che siamo Lunatiche e in effetti è vero, perché il nostro ciclo mestruale dura circa 28 giorni, come il ciclo della Luna, siamo talmente straordinarie da assomigliare alla Luna, illuminiamo il mondo con la nostra luce anche di notte.



I 3-6 giorni durante i quali il nostro corpo dona sangue alla terra, si chiamano Mestruazioni, ma oggi vorrei raccontarti la storia di tutti e 28 i giorni del nostro ciclo, non solo di questi 3-6 giorni che ne sono il culmine.



Nascoste all’interno del nostro grembo ci sono due ghiandole grandi come piccole castagne che lavorano incessantemente per produrre dei piccoli ovetti che hanno la possibilità di diventare dei bambini.



Noi nasciamo già con tanti piccolissimi ovetti dentro di noi e quando diventiamo abbastanza grandi, questi ovetti cominciano a maturare e lasciano, uno ogni mese, le nostre ovaie per entrare nell’utero.



Dopo circa 14 giorni dal termine delle mestruazioni una delle nostre due ovaie manda un messaggio al cervello per avvertirlo che l’ovetto del mese è pronto e lei è disponibile a lasciarlo andare, così il cervello avvisa le tube, che sono due tubettini morbidi e coccolosi che si uniscono all’utero, di andare a prenderlo.



Le tube allora si stiracchiano e muovono le loro braccine verso l’ovaio per andare ad abbracciare l’ovetto che sta arrivando, così l’ovaio saluta il suo piccolino e lo lascia tra le braccia delle tube che lo accolgono dentro di sé.



Nel frattempo l’utero ha cominciato a preparare una casetta accogliente al suo interno, per far star comodo l’ovetto che arriva. Il nostro utero è grande più o meno come una pera williams rovesciata verso il basso. E’ un muscolo potentissimo in grado di diventare grande grande per poter accogliere un bimbo per poi tornare piccolo piccolo quando questo bimbo è nato.



L’ovetto inizia a scendere attraverso la tuba per andare ad abitare dentro l’utero, che nel frattempo ha modificato la sua parte finale, che si chiama cervice, per renderla più morbida, leggermente aperta ed accogliente. Questo serve perché, se desideriamo in questo mese avere dei bambini, lui deve essere disposto a lasciar passare delle celluline maschili, che si chiamano spermatozoi, al suo interno, che desiderano andare ad incontrare l’ovulo e unirsi a lui per creare una nuova vita.



Se questo accade, l’ovetto una volta arrivato nell’utero si annida nella casetta preparata e comincia a crescere per 9 mesi, fino a diventare un piccolo bambino ed essere pronto per nascere. Se invece questo non accade, come la maggior parte dei mesi, questo ovettino viene lasciato uscire dal nostro corpo attraverso le mestruazioni, per tornare alla terra e assieme al nostro sangue, donare energia al mondo.



Quel sangue mestruale che vedi ogni mese è proprio la casetta che l’utero aveva preparato e siccome noi donne siamo così speciali, prepariamo una casetta nuova ogni mese. Così una volta ogni 28 giorni circa, l’utero si lava completamente attraverso le mestruazioni e poi ricomincia a preparare una nuova casetta al suo interno, perché, magari, il prossimo mese desideriamo dar vita ad una nuova creatura che deve essere accolta con amore già dai suoi primissimi giorni di esistenza.



Quindi amore mio, ogni mese, quando vedi le mestruazioni che arrivano, pensa che hai un corpo meraviglioso, che si pulisce e si rinnova e che attraverso quel sangue dona vita e forza al mondo.



Ti voglio bene mia piccola grande Donna.



Con la coppetta GeaCup i giorni del ciclo si trasformano da giorni tristi e cupi in giornate positive, in cui riscoprire la potenza della tua femminilità.



Acquista ora

1 2